CSA VITTORIA

Per Soumaila Sacko e contro il razzismo di stato!

Inviato da redazione il Mar, 12/06/2018 - 15:18
La piena subordinazione al dominio del profitto e il razzismo sono, già dai primi momenti, la caratteristica dei primi vagiti del neonato governo Lega/Cinquestelle. Una prima feroce rappresentazione del futuro che attende le classe subordinate e, in particolare, la componente immigrata la si è avuta domenica scorsa quando Soumaila Sacko veniva giustiziato a fucilate mentre raccoglieva delle lamiere da una fabbrica abbandonata. Materiale di fortuna per un riparo più sicuro, per ridurre il rischio di perdere la vita o i propri documenti negli incendi che flagellano le baracche dei numerosi “ghetti” in cui vivono i braccianti sfruttati in maniera disumana nella campagne italiane. Una fotografia dello schiavismo moderno e delle miserabili condizioni di vita e di lavoro, subordinate al potere criminale del caporalato e delle locali organizzazioni criminali, ma diretta conseguenza dell’organizzazione capitalistica e delle dinamiche di massimizzazione del profitto che per realizzarsi deve ridurre i costi in primis del lavoro.

16 MARZO 1978 - CHI HA VINTO RISCRIVE LA “STORIA” MA .......

Inviato da redazione il Mar, 20/03/2018 - 12:04
Meno male che è finita. L'ondata di ricostruzioni della morte di Aldo Moro il più possibile (meno) oggettive, la rivisitazione "storica", i retroterra psicologici, la ricostruzione del Male, i depistaggi senza approfondimenti, il "focus" politico di giornalisti, storici, politologi e chi più ne ha più ne metta incluse ipocrisia e fandonie. Finalmente è finita.  

Trasformiamo la solidarietà in lotta di classe

Inviato da redazione il Lun, 12/02/2018 - 22:49
Il 10 febbraio abbiamo vissuto una bella giornata di mobilitazione nazionale antifascista e antirazzista. Ora trasformiamo la solidarietà in lotta di classe.

CACCIAMO FASCISTI e RAZZISTI FUORI dalla STORIA! Corteo a Milano sabato 10 febbraio, concentramento ore 15,30 Piazza Oberdan

Inviato da redazione il Gio, 08/02/2018 - 10:41
La tentata strage di Macerata ad opera di un militante leghista/fascista è purtroppo solo l’ennesimo sintomo di una sottocultura violenta propugnatrice di odio e superiorità razziale sempre più diffusa in tutta Europa e in Italia. Un vento nero che, nelle sue diverse gradazioni, è oggi purtroppo diventato assolutamente trasversale nel corpo della società.