Sda carpiano : crumiri e mafiosi all'attacco del presidio redazione Mar, 26/09/2017 - 12:16
Nella serata di ieri 25 settembre un gruppo di crumiri e sgherri arrivati appositamente da altre città, organizzati dai padroni, ha attaccato con bastoni e coltelli l'assemblea dei lavoratori in presidio fuori dai cancelli. La determinata risposta operaia ha costretto ad una precipitosa fuga i prezzolati provocatori. Purtroppo due lavoratori sono stati portati via in ambulanza, tra cui uno ferito alla mano nel tentativo di parare una coltellata diretta all'addome. La vertenza, iniziata ormai da una settimana, con scioperi e attestati di solidarietà da parte di tutti i magazzini Sda, continua, e anzi questa ennesima provocazione non fa che rafforzare le ragioni della lotta che non si fermerà fino alla vittoria.
Dalla SDA di Bologna alla Fiat di Pomigliano e alle varie realtà operaie in lotta: creiamo un fronte compatto per contrastare la politica dei padroni e dei Governi, i licenziamenti politici e la repressione redazione Mer, 10/06/2015 - 08:14

Solidarietà ai lavoratori SDA aggrediti a Roma! La lotta non si piega e rilancia! redazione Gio, 21/05/2015 - 02:08
Come compagni e compagne del Csa Vittoria di Milano esprimiamo la nostra vicinanza e solidarietà di classe ai lavoratori SDA aggrediti durante un picchetto a Roma il 19 maggio mattina in contemporanea con lo sciopero proclamato per dare uno "schiaffo operaio" all'arroganza della dirigenza SDA che, in stretta collaborazione con Poste Italiane e CISL, vuole procedere a un ristrutturazione selvaggia dei propri magazzini sull'intero territorio nazionale.
LA LOTTA DEI FACCHINI SDA DI BOLOGNA CI RIGUARDA TUTTI/E! redazione Ven, 15/05/2015 - 00:42

LOTTA DI CLASSE: questa è la nostra preparazione al 1° maggio

Inviato da redazione il Ven, 20/03/2015 - 01:01

Nella mattina di giovedì 19 marzo davanti ai cancelli della DHL del magazzino logistico di Settala, in occasione di un  possibile visita di una delegazione della dirigenza DHL tedesca si è svolta un'importante   mobilitazione di circa 120 lavoratori SiCobas e compagni e compagne solidali  per rispondere al rifiuto della DHL colosso multinazionale della logistica (s