Resoconto seconda assemblea telematica del patto d'azione

Inviato da redazione il Ven, 17/04/2020 - 14:08
A seguito del primo incontro del 2 aprile, martedì scorso si è svolta la seconda assemblea nazionale promossa dal SI Cobas per rafforzare un patto d'azione tra le realtà sindacali, sociali e politiche dell'area anticapitalista. Anche stavolta la partecipazione ha sfiorato i 200 contatti, in larga parte espressione delle realtà che erano già intervenute il 2 aprile, ma con l'importante novità della partecipazione di diversi delegati sindacali di fabbrica dell'opposizione Cgil e di reti autoconvocate (su tutte FCA di Cassino, GKN , precari della scuola e della sanità). Ciò da una ulteriore spinta a un percorso che, come abbiamo più volte evidenziato, punta ad andare ben oltre gli ambiti di intergruppo tra strutture già esistenti, ma si pone come ambito largo di costruzione di un'opposizione di classe all'altezza dei compiti immediati che questa difficilissima fase ci pone .

Corteo a Milano. Per un primo maggio internazionalista! Per la ricomposizione e il rilancio della lotta di classe!

Inviato da redazione il Mar, 24/04/2018 - 13:49
L’evoluzione della crisi complessiva del modo di produzione capitalistico disegna uno scenario economico-politico in cui l’unica reale costante è la prosecuzione e l’inasprimento dell’attacco al lavoro e ai diritti delle classi subalterne in favore del profitto. Ciò con il contributo delle istituzioni finanziarie sovranazionali (FMI e Banca Mondiale su tutti) ed europee che si traduce, in particolare, in diktat che vincolano i bilanci dei paesi membri a tutto favore delle borghesie nazionali.
Cronache di lotta nel mondo del lavoro (6): di un Primo Maggio diviso tra vuote ricorrenze e lotte reali che non piegano la testa redazione Mer, 17/05/2017 - 07:36

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E' necessario saper cogliere le opportunità che il 1° maggio ci offre. Invito al confronto redazione Gio, 11/05/2017 - 12:03

Crediamo che il Primo Maggio sia stata un'eccezionale giornata di lotta, che ha visto la partecipazione determinata di migliaia di lavoratori, compagni e compagne, che insieme hanno contribuito a tracciare una chiara linea di incompatibilità politica e sindacale con il capitale.