DHL truffatori, evasori e supersfruttatori della forza lavoro. Ma chi li denunciò e combatté fu perseguito e condannato! redazione Mar, 08/06/2021 - 23:57
Pubblichiamo il comunicato del SI Cobas sull'inchiesta della guardia di finanza che ha portato al sequestro di circa 20 milioni di euro per evasione fiscale e sfruttamento dei lavoratori, lo stesso sfruttamento che sindacato e tanti solidali hanno sempre denunciato e combattuto. Ricordiamo che per le lotte davanti ai cancelli della DHL di Settala in occasione dello sciopero generale del marzo 2015 due nostri compagni, il coordinatore nazionale del Si Cobas e un delegato sindacale sono stati condannati in primo grado a pene pesantissime.
COMUNICATO DI SOLIDARIETÀ AI LAVORATORI SI COBAS AGGREDITI A ROMA redazione Ven, 21/05/2021 - 19:53

Solidarietà dalle compagne e dai compagni del Csa Vittoria ai lavoratori SiCobas della Fedex aggrediti da carabinieri e polizia a Roma.

Abbiamo visto le manganellate e i calci, abbiamo visto la rabbia delle squadracce in divisa impegnate nella difesa degli interessi dei padroni.

Riparte la campagna per la scarcerazione di Mumia Abu-Jamal (L. Corradi) redazione Mar, 16/03/2021 - 00:32
Mumia, militante afro-americano, scrittore, ex presidente dei giornalisti neri, è in carcere da 40 anni – nonostante l’età avanzata, una diagnosi di diabete e problemi al cuore; in questi giorni è risultato positivo al Covid e negli Usa è ricominciata la lotta per la sua immediata liberazione.
Brevi riflessioni dei compagni e delle compagne del C.S.A. Vittoria di Milano dopo la grande giornata di mobilitazione di sabato 13 marzo a Piacenza redazione Dom, 14/03/2021 - 20:23
Ieri a Piacenza abbiamo partecipato a una bella, intensa, rabbiosa e determinata mobilitazione come prima risposta nazionale all’attacco repressivo avvenuto nella mattinata di mercoledì 10 marzo quando la Questura e la Procura piacentine hanno effettuato 25 perquisizioni, indagato 21 compagni con possibili misure di sorveglianza speciale, hanno comminato 5 divieti di dimora e avviato la procedura per la revoca di 6 permessi di soggiorno, sequestrato telefoni e pc, inflitto 13.200 euro di multa per presunte violazioni delle norme anticovid e arrestato i compagni Arafat e Carlo.