Aperta la cassa di solidarietà per Adil, assassinato durante uno sciopero redazione Lun, 21/06/2021 - 20:40
Per contribuire via conto Iban IT23O3608105138254343954358. Postepay: 5333171076048723

LA VITA DEI LAVORATORI FEDEX-TNT E I LORO DIRITTI CONTRO LA BARBARIE DELLO SFRUTTAMENTO, DEL PROFITTO CAPITALISTA E DELLA REPRESSIONE

Inviato da redazione il Ven, 11/06/2021 - 18:30
IN UNA SOLA PAROLA VIGLIACCHI BASTARDI !! Questo è l'unico commento possibile dopo aver visto le foto dei lavoratori feriti a terra nel loro sangue ieri notte dvanti ai cancelli di Tavazzano. Ancora feriti tra cui uno grave, ancora repressione, ancora una plateale stretta collaborazione tra guardie in divisa (carabinieri e polizia) che stanno a guardare e le squadracce private e i crumiri fomentati dai padroni che aggrediscono violentemente i lavoratori.

DHL truffatori, evasori e supersfruttatori della forza lavoro. Ma chi li denunciò e combatté fu perseguito e condannato!

Inviato da redazione il Mar, 08/06/2021 - 23:57
Pubblichiamo il comunicato del SI Cobas sull'inchiesta della guardia di finanza che ha portato al sequestro di circa 20 milioni di euro per evasione fiscale e sfruttamento dei lavoratori, lo stesso sfruttamento che sindacato e tanti solidali hanno sempre denunciato e combattuto. Ricordiamo che per le lotte davanti ai cancelli della DHL di Settala in occasione dello sciopero generale del marzo 2015 due nostri compagni, il coordinatore nazionale del Si Cobas e un delegato sindacale sono stati condannati in primo grado a pene pesantissime.

SABATO 5 GIUGNO 2ª ASSEMBLEA DELLE LAVORATRICI E LAVORATORI COMBATTIVI DI MILANO E LOMBARDIA

Inviato da redazione il Mer, 02/06/2021 - 10:40
Il nuovo governo d' 'unità padronale" procede spedito per riprogettare i margini di profitto erosi dalla crisi strutturale del modo di produzione capitalistico resa esponenziale dalla crisi pandemica. E' necessario aprire una nuova fase di ricomposizione delle lotte che possa esprimere un forte punto di vista di classe sulla crisi. E' indispensabile un'unità dal basso per rispondere alla repressione che vuole ridurre al silenzio ogni lotta reale. Servono obiettivi unificanti per legare insieme i mille lavori dello sfruttamento capitalista. E' fondamentale costruire punti di riferimento reali e visibili che riescano ad aggregare e a generalizzare le mille forme dell'opposizione sociale e di classe. Partecipa all'assemblea dei lavoratori combattivi sabato 5 giugno ore 14 Arci Pessina di Chiaravalle.